Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggendo l'informativa estesa.

Menu

BCK logo
Boca Chica Kosmodrom

ogni mercoledì alle 21:00 su RadioForte

A partire da una crescente centralità degli "affari spaziali" nella vita quotidiana, Boca Chica Kosmodrom pone al centro della propria riflessione l'evolvere della cosiddetta New Space Economy (capitalismo spaziale), che da strategia prettamente economica, inevitabilmente si trasforma in ricetta neoliberista per la definitiva espansione della vita terrestre nella dimensione multiplanetaria. Ne scaturisce ovviamente una riflessione sulle trasformazioni sociali e ambientali in corso, tipiche di ogni nuova fase del modo di produzione, e sulla forma futura che il nostro mondo sta già iniziando ad assumere.
Non si tratta allora esclusivamente di un programma radio critico, ma l'ambizione è anche quella di produrre spicchi, frammenti di cultura cosmica alternativa, per un modello diverso, condiviso, politicamente consapevole, di accesso allo spazio.

Nella sesta puntata di Boca Chica Kosmodrom abbiamo parlato delle controculture cosmoanticapitaliste emerse dal 1980 al 1998, ovvero di quelle immerse nella cosiddetta Seconda era spaziale. 
Nella puntata precedente, la cinque, avevamo raccontato le strategie cosmocapitaliste (quelle del capitalismo attratto dalle risosrse extraatmosferiche) relative allo stesso intervallo di tempo. 

Hanno condotto BMO e Cobol. 

Protagonisti cosmoanticapitalisti di quel periodo sono: l'ufologo marxista (posadista) Dante Minazzoli, l'Associazione Astronauti Autonomi (AAA), l'EZLN (Esercito Zapatista di Liberazione Nazionale) del Chiapas, l'Ufologia Radicale in particolare col collettivo romano dei Men In Red (MIR). Per ulteriori approfondimenti si veda anche: http://vado.li/cac
Abbiamo anche accompagnato il tutto con un percorso musicale che, dove possibile, proveniva dagli stessi protagonisti dell'epoca, come nel caso dei Rave in space della AAA e dell'omonima band romana dei MIR.
 
Anche in questa puntata abbiamo avuto il prezioso contributo di Andro Malis sui fumetti cosmoanticapitalisti. 
Ovviamente tutto il periodo storico analizzato, per quel concerne l'Italia, ha spesso fatto riferimento alle esperienze situazioniste del Luther Blissett Project imperante durante gli anni Novanta.

E' possibile trovare i materiali relativi ai MIR e agli AAA sull'archivio Grafton9.
Il libro di Dante MInazzoli Perché gli extraterrestri non prendono contatto pubblicamente. Come vede un marxista il fenomeno degli UFO è anch'esso disponibile gratuitamente in rete.  

Bogdanov Kosmodrom è la trasmissione spin-off di Boca Chica Kosmodrom, sempre sulle frequenze di Radio Forte.
Conduce Cobol.

Non potevamo esimerci, allora, dal perorare la causa della costruzione di un cosmodromo dedicato a Aleksandr Aleksandrovič Bogdanov e al suo pensiero cosmomarxista.

Abbiamo tracciato i confini della diatriba con Lenin che condusse all'espulsione di Bogdanov dai vertici del partito bolschevico, sintetizzata nello scritto di Lenin Materialismo ed empiriocriticismo e nella risposta di Bogdanov Fede e scienza.
Il percorso attraverso il concetto di organizzazione ci ha condotti filo a La stessa rossa, romanzo di fantascienza di Bogdanov, che oltre a riassumere tutti i principi del suo comunismo eterodosso, appare come il libretto d'istruzione per una cultura proletaria (proletkul't) cosmica.

Abbiamo infine parlato di psicotronica e tentato in diretta un esperimento psicotronico a partire da circuitazioni "circuitbendate" e trasmissione del pensiero.

 

La quinta puntata di Boca Chica Kosmodrom. 
Abbiamo inaugurato il racconto della seconda era spaziale dal 1979 al 1998, pressapoco dalla fine del programma Apollo. 
Si apre un periodo dedito alla orbita terrestre bassa legata alle missioni dello Space Shuttle, dello Spacelab e, sopratutto, della stazione orbitante sovietica Mir
Stiamo parlando del periodo in cui si sviluppa la medicina spaziale e, attraverso le vie aperte dalla filosofia accelerazionista, del riottoso Alt.Space, il movimento suprematista statunitense critico verso l'approccio morbido e cooperativo della NASA, e divenuto in seguito costola del NewSpace (lo specifico modo statunitense neoliberista di condurre la New Space Economy).
Sono anche gli anni dei trattati internazionali riguardanti la Luna e il reganiano Commercial space launch act of 19841. 
Parallelamente abbiamo indicato nel movimento dell'Associazione Astronauti Autonomi (AAA) la controparte cosmoanticapitalista all'Alt.Space.
Nelle puntate che seguiranno riprenderemo più nel dettaglio proprio questa ultimo aspetto cosmoanticapitalista concernente il periodo dal 1979 al 1998, ripartendo dall'ufologo Dante Minazzoli, il movimento dell'Ufologia radicale e tanti altri. 




La quarta puntata di Boca Chica Kosmodrom, la trasmissione radio in diretta da Radio Forte (da Forte Prenestino), che espande l'antagonismo oltre i limiti del sistema solare. 

A cura di BMO e Cobol.

Puntata di "decompressione" monografica sull'UFO: l'oggetto volante non-identificato guardato come oggetto politico, irriducibile alle pratiche di sussunzione e valorizzazione del capitale, se non trasmutandolo nel più addomesticato extraterrestre. L'UFO come oggetto teosofico che non si può che "ammirare" proprio nella sua sconcertante inconoscibilità. L'esperienza UFO è quella "angosciante" dell'entrare in contatto con un'assenza, una tensione verso l'altro da sé, che non ci appaga, da spettatori, come quando è invece trasfigurato  in disco volante. 

Un viaggio di due ore, anche attraverso citazioni cinematografiche e da serie televisive.

 

Nella terza puntata di Boca Chica Kosmodrom abbiamo concluso la storia della prima fase della genesi del capitalismo spaziale (iniziata nella puntata #2): dalla Seconda guerra mondiale fino all'inizio degli anni Ottanta.
Parallelamente abbiamo delineato l'emergere di un pensiero cosmoanticapitalista che dal Cosmismo russo è giunto, anche in questo caso fino agli anni Ottanta, fino al culto della Chiesa del Subgenius.
In questo panorama abbiamo accennato a Aleksandr Aleksandrovič Bogdanov, Amadeo Bordiga, Wilhelm Reich, Hannah Arendt, Juan Romulo Posadas, Un'ambiga utopia, transitando anche per il cinema di fantascienza italiano con Mario Bava, Antonio Margheriti e Alfonso Brescia.

puntata 2 del 08 Dicembre 2021

Nella seconda puntata, e dopo aver fornito una definizione di capitalismo spaziale, iniziamo un percorso di ricostruzione storica di questa nuova dase di espensione e trasformazione del modo di produzione. Nello specifico affrontiamo il periodo 1945-1979 retrodatando però il tutto alla corrente teosofica del Cosmismo. Sono allora personaggi come Fëdorov, Ciolkovskij, Bogdanov, Parsons ad essere analizzati.

puntata 1 del 01 Dicembre 2021

Nella prima puntata iniziamo con una definizione consistente del concetto di Capitalismo Spaziale

 

Oggi al Forte

10:00 - 13:00
Segreteria
11:00 - 13:00
Acrobatica aerea
15:00 - 20:00
Segreteria
17:00 - 18:00
Pilates
17:00 - 17:45
Micro Circo
18:00 - 19:00
Piccolo Circo e Acrobatica
18:00 -
Enoteca
18:30 -
Pub "Dodici DeTutto"
19:00 - 20:30
Yoga
19:00 - 20:30
Viet Vo Dao
19:30 - 20:30
Boxe
20:30 - 22:00
Pole Dance
20:30 - 22:00
Acrobatica aerea
ror radioabbonamento round s

DIRITTOALLACITTALOGO

STOP-TTIP

Volantino GAP fronte

notav

antifa

logo nomuos

10x100
notriv

free gaza

NOPUP


illegale è la legge, il suo costo reale

Vai all'inizio della pagina