Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggendo l'informativa estesa.

56162375 429396804271644 7099443342420738048 n

56162375 429396804271644 7099443342420738048 n

APPUNTAMENTO 25 Aprile 2019, Piazza delle Camelie, h 10
Per un 25 aprile antifascista a Roma-est. Torna il corteo del 25 aprile a Roma Est! Oggi come ieri Roma Est è Antifascista. Per un 25 aprile antifascista a Roma-Est.



Scriviamo questo appello pensando al 25 aprile e a quello che questa data rappresenta oggi per il nostro quartiere, già medaglia d'oro al valore civile per la lotta al nazi-fascismo.

La nostra è un’epoca in cui viviamo una condizione di precarietà lavorativa e materiale, che poi si traduce in
ogni ambito della nostra vita individuale e sociale. Una precarietà alienante che alimenta ignoranza,
indifferenza, paura e odio, sentimenti amplificati e strumentalizzati da campagne politiche e mass-
mediatiche tutte concentrate sull’allarme terrorismo e l’emergenza migranti, sulla crisi economica e sulla
conseguente necessità costante di misure anticrisi, e unicamente volte ad indurre un generale senso di insicurezza. Questo senso di insicurezza e di preoccupazione nei confronti di un futuro sempre più catastrofico, se da una parte genera in noi la tolleranza per tutte quelle misure volte a peggiorare sempre più le nostre condizioni di vita, dall’altra genera un costante bisogno di maggiore sicurezza. Diventa sempre più
senso comune l'intolleranza contro il migrante e lo straniero, che in tempi di crisi ruba il lavoro e sottrae case
popolari, si organizzano ronde “spontanee” per sentirsi più sicuri nelle strade e per lo stesso motivo si pretende una militarizzazione dei quartieri. Tutto ciò per sentirsi meno emarginati, meno soli, meno poveri, più sicuri insomma! Sono questi i sentimenti ed i bisogni che spalancano le porte ad un’ascesa del fascismo in tutte le forme in cui questo si manifesta oggi. Infatti, a livello europeo e globale, sono i governi e le forze parlamentari di estrema destra nonché le organizzazioni fasciste a proporsi come concreta soluzione alla crisi, alle paure, al bisogno di sicurezza e alla miseria del presente, e per questo sono tornate ad essere un’opzione
non solo attuale e praticabile ma anche apparentemente desiderabile. Così, in Europa e nel mondo, il fascismo torna ad essere forza d’opinione dilagante, movimento e partito, si insinua dentro e fuori i parlamenti.
Contro tutto questo sentiamo l’esigenza di costruire un'alternativa reale ad una esistenza che ci condanna
alla solitudine e alla paura. Ciò che ci proponiamo di fare nel prossimo futuro è di ripensare l'antifascismo
come una lotta necessaria da portare avanti ovunque: nelle strade, nelle case, nei posti di lavoro e nelle scuole.
Dal punto di vista concreto, questo 25 Aprile, intendiamo ridare vita allo storico corteo antifascista a Centocelle. Un corteo che faccia risuonare nelle strade dei nostri quartieri quello spirito di Resistenza antifascista proprio degli studenti e degli abitanti che da sempre si organizzano nel territorio di Roma Est:
dalla resistenza della lotta per la casa nelle occupazioni abitative, alla difesa contro sgomberi e sfratti delle
case popolari; dai progetti di sport popolare diffusi in ogni quartiere del quadrante come solida ed accessibile
alternativa per i ragazzi del quartiere di fare sport e di vivere una vita sana, alle taverne ed osterie popolari
che sostengono e alimentano i mercati contadini settimanali delle reti di resistenza locale negli spazi sociali e
autogestiti; dalle lotte in difesa del territorio e dell’ambiente, come quella contro il pentagono e per la bonifica del parco archeologico di Centocelle, a quelle in difesa degli spazi dei nostri quartieri e per i nostri quartieri, come ad esempio la lotta delle donne del V municipio per i consultori; dalle lotte studentesche capaci di immaginare un altro futuro possibile, ai progetti che continuamente cercano di produrre e proporre
un diverso orizzonte culturale. Insomma, un corteo che riesca ad esprimere quella Resistenza fatta di lotte quotidiane e trasversali: una più generale Resistenza a questo modo di vivere che ci viene imposto.
Perché oggi come ieri Roma est è antifascista...

APPUNTAMENTO 25 Aprile 2019, Piazza delle Camelie, h 10
Per un 25 aprile antifascista a Roma-est

Perché per noi, oggi, Resistenza antifascista significa anche tornare a vivere le nostre strade, le nostre piazze e i nostri quartieri costruendo un forte senso di comunità basato su legami di solidarietà e mutuo appoggio tra tutti gli abitanti.
Per questo i compagni e le compagne, gli spazi sociali ed collettivi di Roma est e dintorni vi invitano tutti e tutte partecipare al corteo del 25 aprile a Roma est.

Oggi al Forte

10:00 - 13:00
Segreteria
15:00 - 18:30
Ciclofficina
15:00 - 20:00
Segreteria
16:00 - 00:00
Sala Prove
16:30 - 17:15
Micro circo
16:30 - 18:00
Danza classica
17:00 - 21:00
segreteria pallestra
17:00 - 18:00
Pilates
17:30 - 18:30
Piccolo circo
18:00 - 19:00
Classi di esercizi bioenergetici
18:00 - 00:00
Enoteca
18:00 - 00:00
Sala Da The
19:00 - 20:30
Karatè-Do
19:00 - 20:30
Taijiquan
19:00 - 02:00
Pub 12DeTutto
20:00 - 21:00
Danza contemporanea
20:30 - 22:00
Acrobatica a terra
20:30 - 23:00
Taverna Cena
ror radioabbonamento round s

DIRITTOALLACITTALOGO

STOP-TTIP

Volantino GAP fronte

notav

antifa

logo nomuos

10x100
notriv

free gaza

NOPUP


illegale è la legge, il suo costo reale

Vai all'inizio della pagina